Ricordati Chi Sei Corporate

Autenticità, il più grande vantaggio competitivo

“È fondamentale fare un lavoro dove esprimiamo gioia, creiamo amicizie e collaborazioni. Ci deve anche essere un significato più profondo, diventare consapevoli di quello in cui crediamo. Fatevi guidare dal vostro cuore, dal vostro talento e dal vostro istinto.”

Anna Wintour – Direttrice artistica di Condé Nast

Il percorso Ricordati Chi Sei CORPORATE facilita:

 

  • le organizzazioni a sviluppare una leadership autentica, aiutando i manager a creare relazioni profonde con i propri collaboratori;
  • le persone nelle organizzazioni a diventare consapevoli dei loro talenti e delle loro passioni uniche e ad applicarle con efficacia nel loro ruolo;
  • la conoscenza ed il corretto impiego delle emozioni al fine di contribuire alla massima efficienza di tutte le persone all’interno dell’azienda;
  • le persone ad uscire definitivamente dai conflitti attraverso l’assunzione della responsabilità personale;
  • un clima aziendale basato sulla felicità, unico vero motore che crea risultati duraturi;

Testimonianze

Franco, imprenditore

È ormai da oltre due anni che conosco Ana, mi sono affidato a lei per facilitarmi a comprendere le mie dinamiche, quelle parti più profonde e inconsce che mi fanno compiere determinate scelte piuttosto che altre. Ricordo che all’inizio avevo la sensazione di stare nella nebbia; la mia attività andava bene ma io ero sempre nel caos, nell’affanno, sempre super affaccendato, esausto. Mi trovavo ad un bivio nel mio lavoro, l’unica via d’uscita che vedevo e che gestivo con rabbia, ansia e agitazione, era quella di mandare tutto all’aria, trasferirmi e cambiare vita. Tuttavia, nel momento in cui ho iniziato a lavorare su me stesso, piano piano le cose hanno iniziato a cambiare, in primis dentro di me, nel mio modo di pensare e nelle mie emozioni, poi al di fuori: le relazioni con gli altri, nuove opportunità e incontri mi hanno permesso di compiere delle scelte più consapevoli. Con il giusto equilibrio, oggi faccio ancora l’imprenditore nella mia azienda, e non solo ho ottenuto maggiore successo nel mio business, ma le idee e le intuizioni mi hanno portato a creare un’altra azienda. Non posso che dire grazie ad Ana e a me stesso per aver preso la decisione migliore, quella di farmi sostenere per poter fare le scelte giuste nella vita e nella professione. Grazie.

Jessica, impiegata

Mi chiamo Jessica, 29 anni e fino a qualche mese fa avevo la convinzione di essere nel posto sbagliato e che non avrei mai avuto il coraggio o la possibilità di fuggire. Sono un’impiegata in un’azienda e l’idea del posto fisso è sempre rimbalzata nella mia testa come se fosse il mio unico scopo. Avevo completamente dimenticato cosa sapessi fare, cosa realmente mi piacesse e sono stata completamente rapita dall’insoddisfazione totale. Ho sempre avuto tanti sogni nel cassetto, tanta voglia di fare, ambizione a volontà, ma ad un certo punto tutto quello che prima mi sembrava essere la soluzione è diventato un incubo. Ho cambiato lavori, settori, titolari ma senza risolvere mai il problema (sempre che sia mai esistito il problema). A gennaio del 2019 ho scelto di cambiare nuovamente lavoro ed è iniziato il mio nuovo percorso. Tolta la soddisfazione e la curiosità iniziale della novità, più i giorni passavano e più aumentava nuovamente la mia totale insoddisfazione. Non mi sentivo riconosciuta per quello che facevo, e quanto prima incassavo e sfogavo la mia insoddisfazione a casa, ad un certo punto ho incominciato a sfogarmi sul mio titolare e sui colleghi, ogni giorno litigi, urla, incomprensioni e ansia che aumentava e a peggiorare il tutto c’era anche il fatto che il mio contratto continuava ad essere posticipato. Quindi, non avevo un contratto, né una sicurezza (quella che tanto cercavo con il posto fisso) e ad aggiungersi a tutto questo, anche il fatto che non facevo nulla di ciò che mi piaceva realmente o meglio credevo. A questo punto ho cominciato a pensare che dovevo trovare una soluzione. Ho conosciuto Ana Nadezdic e ho iniziato il percorso “Ricordati chi sei”. Man mano che seguivo le sue indicazioni ed i suoi consigli ho capito che stava avvenendo il cambiamento. Diciamo che il mio Sé non voleva nient’altro che essere ascoltato. Ho cominciato a vedere le cose diversamente, a rompere gli schemi e non seguire più le solite scalette fatte di ansia, ma ho messo più amore nelle cose e nella loro visione. Ho accettato me stessa ed ho accettato il mio lavoro. Qualche giorno fa, mentre andavo a lavoro pensavo al mio titolare e alle sue qualità, quelle che vorrei che facessero parte della mia vita, e quando sono arrivata a lavoro mi si è presentato un posto totalmente nuovo, con persone mai viste. Il mio titolare mi ha offerto la colazione, era stranamente contento e simpatico, abbiamo riso e scherzato tutta la mattina. Nel pomeriggio si avvicina e mi chiede i miei documenti perché a breve partirà il mio contratto. La mia presa di coscienza mi ha portato a vedere le cose in modo totalmente diverso.
Non ho cambiato lavoro (anche se nel frattempo ho ricevuto diverse proposte), ho solo cambiato il mio modo di vedere le cose. Il mio conflitto mi ha portato a capire che avevo bisogno di sentirmi gratificata e che necessitavo di sentire di valere di più. Cercavo tutto questo nel lavoro e nel mio titolare, ma ho capito che era dentro di me.

Il programma Ricordati chi Sei Corporate si costruisce sulla base delle esigenze di ogni singola realtà aziendale. Per maggiori informazioni inviare una mail a info@ananadezdic.com